Ecco la graduatoria di Medicina e di Veterinaria 2017 ordinate

Il MIUR ha provveduto alla pubblicazione delle graduatorie ANONIME del test di Medicina.

Poche le indicazioni che in realtà si possono trarre da questa tipologia di Gradutoria. Da essa dovranno, infatti, essere esclusi tutti coloro che non hanno firmato la scheda anagrafica o che coloro che concorrono per le posizioni riservate agli studenti extracomunitari.

Il punteggio massimo è stato ottenuto da  un concorrente dell’università di Milano che ha totalizzato 88.5 (non ha risposto ad una delle due domande di cultura generale, il resto tutte corrette)

l’87% dei concorrenti ha superato i 20 punti mentre la media di punteggio è stata di  40,7 punti (lo scorso anno era stata di 46,7)

Le indicazioni maggiori ci vengono date dalla posizione 8120 e dalla posizione 8937, al di sopra di queste due posizioni, infatti si può essere certi di essere entrati a Medicina, nel primo caso, o ad Odontoiatria, nel secondo caso, purché siano state inserite TUTTE le possibili facoltà di Medicina ed Odontoiatria. I punteggi di “sicurezza” al momento della pubblicazione della graduatoria anonima sono rispettivamente di 60.9 e di 59.9.

C’è da sottolineare un aspetto, lo scorso anno i posti disponibili erano  8346 (contro gli 8120 di quest’anno) ed il punteggio minimo per Medicina, calcolato sulla base della graduatoria anonima, era stato  65.1 (quest’anno come detto è 60.9): ebbene, alla data di pubblicazione della prima graduatoria nominativa, per effetto delle scelte compiute dai candidati (candidati che hanno optato per odontoiatria o non abbiano inserito tutte le scelte sugli Atenei),  il punteggio per accedere a Medicina nel 2016 è stato di 63.3, relativo alla posizione 9828. Uno slittamento di circa il 18% della graduatoria che, applicato ai numeri di quest’anno, potrebbe significare una proiezione per l’ultima posizione 9580 associato ad un punteggio di 59,1, rispettando, tra l’altro la stessa differenza pari a 1.8 punti tra la graduatoria anonima e la prima assegnazione, registrato nel 2016.

Un ulteriore scorrimento sostanzioso si è registrato la  settimana successiva, arrivando ad una posizione di 10268, ovvero con uno scorrimento di un ulteriore 5% pari al 23% complessivo, che potrebbe far pensare ad una proiezione di ultima posizione utile che si assesterebbe intorno al n. 9990  (58,7 punti).

Ovviamente si tratta di proiezioni, dipenderà tutto dalle scelte che ciascun candidato ha effettuato e che nessuno può conoscere fino al 3 ottobre.

Volendo riferirsi, infine, anche ad Odontoiatria, dove incidono in maniera ancor meno prevedibile le scelte effettuate, si può ragionare su un primo scorrimento 2016 da 9189 (64 punti) della graduatoria anonima fino alla 10627 (62,5 punti) della prima assegnazione, per scendere fino alla posizione 11071 (61,8 punti) della seconda assegnazione. Proiettando i dati rispetto ai punteggi espressi quest’anno ci si potrebbe aspettare una prima assegnazione intorno alla posizione 10330 (58,3 punti) ed una seconda assegnazione intorno alla posizione 10750 (57,9 punti).

L’analisi della graduatoria 2016 mette in guardia, tuttavia, che gli scorrimenti successivi sono stati oltremodo lenti, e si sono protratti con poche variazioni fino all’estate 2017.

 Analisi graduatoria 2017

La tabella riporta per ciascun Ateneo i posti disponibili per il Corso di Medicina e di Odontoiatria, il totale dei posti disponibili, la percentuale di idonei, la posizione nella graduatoria nazionale del primo classificato ed il suo punteggio.

Gli ultimi due gruppi di colonne forniscono alcune indicazioni rilevanti, ovvero quanti candidati di ciascun ateneo si trovano nel novero dei primi 8937 che possono ambire ad un posto a Medicina o ad Odontoiatria, ovvero quanti si trovano tra i primi 8120 che possono ambire ad un posto a Medicina (sempre nelle ipotesi di aver messo TUTTE le sedi possibili).

Si nota come molti Atenei del Nord (Bologna, Padova, Milano Statale, Milano Bicocca) abbiano un numero di allievi classificatisi nelle posizioni utili di gran lunga superiore ai posti disponibili. Al Sud nella stessa situazione si trova Napoli Federico 2, dove a fronte di  419 posti disponibili tra medicina ed Odontoiatria, gli allievi classificatisi in posizioni utili sono 518. L’esperienza insegna che molti di questi allievi hanno come seconda scelta l’Università degli studi Vanvitelli, che, invece, nelle posizioni utili colloca solo 174 allievi a fronte dei 441 posti disponibili: è plausibile che molti in esubero alla Federico 2 si troveranno prenotati su UniCampania Luigi Vanvitelli il 3 ottobre prossimo.

Graduatoria Ordinata

Di seguito sono riportati i file contenenti la graduatoria riordinata. All’interno del file sono riportati

  • La posizione in graduatoria
  • la posizione nel proprio ateneo
  • il punteggio (suddiviso anche nelle varie materie)
  • il numero di posti disponibili per il proprio ateneo relativamente al corso di Medicina e alla somma dei posti di Medicina e odontoiatria
  • Il numero di esuberi che precedono in graduatoria
  • il numero di posti residui nel proprio ateneo

Un concorrente viene definito in esubero quando il numero di concorrenti che lo precedono nell’ateneo di prima scelta è superiore al numero di posti disponibili. Ad esempio alla posizione n. 2149 troviamo un concorrente della Bicocca di Milano che ha totalizzato 71.1 punti. Alla Bicocca sono disponibili 103 posti per medicina, e 20 posti ad Odontoiatria per un totale di 123 posti. Questo concorrente si trova in posizione n. 124 per il proprio Ateneo. Il 3 ottobre, all’apertura delle graduatorie nominative  (se non vengono eliminati concorrenti che lo precedono in graduatoria) questo concorrente potrebbe risultare PRENOTATO sulla sua presunta scelta, in quanto i posti disponibili nel suo ateneo potrebbero essere tutti già assegnati ai 123 concorrenti che lo precedono.

Risulta importante, quindi, individuare non solo la propria posizione in graduatoria ed il numero di concorrenti che precedono, ma anche il numero di esuberi che precedono una determinata posizione: prendiamo  un altro esempio, Posizione 3149, un concorrente che ha come prima scelta Bologna (342 posti disponibili). La sua posizione nella graduatoria di Ateneo è la n. 293 e quindi ipoteticamente potrebbe essere ASSEGNATO alla propria prima scelta. Tuttavia in graduatoria è preceduto da 57 persone che potrebbero risultare in esubero sulla propria prima scelta. TEORICAMENTE se i 49 posti disponibili ancora a Bologna, quando arriva il turno di assegnazione di questo concorrente, fossero stati tutti occupati da alcuni dei 57 concorrenti in esubero che lo precedono, questo concorrente potrebbe ritrovarsi PRENOTATO in una sua scelta successiva in attesa di definizione della graduatoria. Ovviamente se più di 7 di questi concorrenti non dovessero aver inserito Bologna tra le proprie scelte, il concorrente si troverà ASSEGNATO a Bologna (Medicina o Odontoiatria).

il test di Medicina 2017 con le domande rimescolate

ed ecco le soluzioni commentate

Preparati con noi

  • 120 h in aula | 90h online | 90h esercitazioni
  • Iscrizioni limitate, classi con numero ridotto
  • I quiz al centro della preparazione
  • Borsa di Studio per l’allievo che totalizza il punteggio più alto
  • Sedi: Napoli, Portici, Afragola, Salerno, Pompei/Castellammare, Valle caudina Prossime aperture: Salerno e Aversa

Sei al IV anno? il secondo anno lo paghi la metà

Graduatoria Veterinaria

Per quanto concerne il test di Veterinaria, i posti disponibili 2017 sono stati 655.

Al primo posto  un allievo di Torino con un punteggio di 84.3. Media punteggio di 37.5, ben più bassa di Medicina.

Molto simile il punteggio minimo di ingresso: la posizione n. 655 si assesta ad un punteggio pari a 60,6: chi ha ottenuto un punteggio maggiore ed ha inserito tutti e 13 gli Atenei, sicuramente sarà ammesso ad un corso di laurea in Veterinaria.

Per quanto riguarda la Federico 2, da un’analisi della graduatoria si potrebbe dire che 65 punti potrebbero bastare per avere la certezza di restare a Napoli.